Cerca

Di chi è la colpa?

Nel sondaggio su di chi è la colpa se il Signor Sallusti andrà in galera manca secondo me la risposta giusta, che è "Sua". Perché penso questo? In sintesi, dura lex sed lex. Il Sig. Sallusti conosceva la legge, ed ha consapevolmente scelto di violarla. Ricordate il Socrate dell'Apologia? Finché non vengono cambiate, col consenso dei cittadini, le leggi si rispettano. Oppure si pagano le conseguenze. Nessuno in una comunità civile può ritenersi legibus solutus, neppure se fa il giornalista. Quanto al "reato d'opinione", per favore non fateci ridere. La diffamazione non è un'opinione, ma un danno ingiusto inflitto a qualcuno. E Sallusti per primo ha ammesso il reato, offrendo un risarcimento alla sua vittima. Così, basta cialtronerie. Può darsi che la legge italiana sulla diffamazione meriti d'essere cambiata, e persino un diffamatore confesso ha diritto alla sua opinione su questo punto. Ma è un punto che riguarda il futuro. Per il passato, chi ha ripetutamente e dolosamente violato la legge ne paga le conseguenze, senza atteggiarsi a vittima. Punto e a capo. Cordiali saluti, Mario Ferretti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog