Cerca

Senza pudore

Leggo che sui social network il 21 ottobre, riferito ai fatti lombardi, è stato battezzato come " il giorno in cui la politica ha perso il pudore ". La vergognosa faccenda si riassume in poche righe : due anni e mezzo di lavoro ( lavoro si fa per dire, se si riduceva ad una seduta ogni due settimane ) ed un vitalizio da 1300 euro al mese senza che a nessuno dei consiglieri regionali fosse venuto il pudore di rinunciarvi. Alle solite ci racconteranno che è la legge, legge che loro seguono scrupolosamente. Ora senza andare a sindacare sempre con i soliti discorsi che se la legge la fanno loro e via discorrendo mi chiedo solo quando è che i nostri nipotini potranno festeggiare " il giorno in cui la politica si è ripreso il pudore " ?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog