Cerca

Un'altra inviata dalla provvidenza

Il Ministro Fornero è una tra le persone più sgradevoli dell'attuale governo. Può a buon diritto competere con Monti. Le lacrime a tempo, le mielose dichiarazioni sulla presunta sofferenza personale per quanto sta facendo per il bene della Patria (sulla pelle di chi lavora), la pretesa disponibilità a collaborare con le parti sociali (fino alla grottesca ipotesi di partecipare alle manifestazioni indette da Cgil proprio contro la sua riforma del lavoro), l'ipocrisia dell'invito ai giovani di non fare gli "schizzinosi" (condito dal tocco snob della citazione in inglese, troppo "choosy", dal pulpito di un'esponente di una vera baronia del mondo Economico ed Universitario torinesi), l'inverecondo monito ancora ai giovani "rassegnatevi, non sarete più proprietari del vostro lavoro", che fa rima con "choosy", il vergognoso ballettetto sulle cifre dei cosiddetti esodati (poveri cristi sacrificati al preteso rigore), tutto questo (e non è poco, ma certo ho dimenticato altri aspetti) unito all'insopportabile atteggiamento di superiorità dei discorsi con il ditino alzato, la supponenza di chi si dichiara infastidito dalla necessità di conciliare le proprie capacità "tecniche" con gli ostacoli "politici", proprio lei che al tempo stesso rivela di essere stata esortata dal Presidente della Repubblica e da Monti a migliorare, nel suo ruolo tecnico, gli standard della politica dell'Italia. Un'altra Santa da elevare agli onori degli altari.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog