Cerca

no comment

caro direttore, scrivo a lei proprio perchè se lo faccio al ministro della pubblica istruzione non la leggerà di sicuro. Dunque, mi sto riferendo al popolo docende, sopratutto di musica, dei conservatori! Sono venuto in possesso di una mail, che questi signori, mandano in giro per gli istituti di cultura, rappresentanze italiane all'estero che propongono concerti, esibizioni a titolo gratuito eccetto per le spese di viaggio vitto e alloggio... nulla da obbiettare certo, ognuno è libero di vendersi alla cifra che vuole, ma mi domando se è mai possibile che questi signori che ricordiamo fanno 12 ore a settimana a 1300 euro al mese, vadano a rovinare un mercato già precario e con poche risorse... cosa voglio dire,semplice, che se propongo un concerto , un'esibizione anche pagata 100 euro che è peggio che mendicare, mi verrà rifiutata poichè questi signori la faranno gratis...è una guerra dei poveri indubbiamente!! mi domando come un giovane possa fare esperienza anche grazie alla rete degli istituti di cultura , ambasciate o altro, quando questo "grandi lavoratori" poi si vanno a fare le vacanze pagate in gir per il mondo.... 12 ore la settimana ricordiamolo!! questa legge da abrogare era stata fatta perchè chi insegnava non aveva molto tempo per dedicare all'insegnamento poichè era sempr ein giro per l'italia a lavorare... ora è il contrario, una buona legge per dare la possibilità a questi "grandi lavoratoti" di farsi le vacanze gratis a spese del contribuente... vorrei proprio che questa lettera, anche piena di errori venga pubblicata e magari fatta leggere a chi forse ha il coraggio di mettere mano ad una situazione ormai insostenibile... un sentito ringraziamento ai grandi lavoratori, a questo punto parassiti del sistema italiano....

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog