Cerca

SALVIAMO LA MEDIAZIONE

Salve, mi chiamo Rosario Stingone, avvocato, mediatore e presidente di uno dei tanti enti di mediazione esistenti in Italia. La mediazione è un metodo alternativo di risoluzione delle liti, veloce, economico, ma soprattutto è lo strumento su cui il Governo, sia il precedente che l’attuale, ha decisamente puntato come strumento per ridurre la pressione insostenibile dei ruoli dei Tribunali così da garantire una giustizia effettiva ai cittadini. In tale ottica il Governo ha emanato un D.Lgs., il 28/2010, con cui ha disciplinato la mediazione fidando sull’iniziativa privata, ossia sulla creazione da parte di privati, di Enti di Mediazione che consentissero l’attuazione di questo progetto. Ad oggi gli Enti sono oltre 900, per un investimento totale che può stimarsi in oltre 70 milioni di euro, intorno a cui ruotano a vario titolo circa 300.000 persone, per lo più giovani che hanno fatto una scelta professionale precisa; nonostante la mediazione sia una ottima opportunità, sino ad ora gli enti di mediazione hanno operato solo perché la stessa è stata posta come un passaggio obbligatorio. L’obbligatorietà è un “male” necessario in quanto, non esistendo ancora una cultura in tal senso in Italia, è l’unico modo per contrastare l’interesse degli avvocati a passare necessariamente per i Tribunali. Il 24 ottobre 2012 la Corte Costituzionale ha dichiarato l’incostituzionalità della obbligatorietà della mediazione per eccesso di delega, quindi per un vizio solo formale; è necessario che vi sia un intervento normativo celere affinché l’obbligatorietà venga ripristinata. A rischio vi sono quelle migliaia di giovani che per non apparire troppo “bamboccioni” ed a rischio di risultare troppo “choosy”, hanno scelto di impegnarsi professionalmente in questo settore. Con questa mail vi chiediamo di dare voce a queste persone e di consentirci, per il Vostro tramite, di evidenziare la profonda problematica legata a questa questione. Avv. Rosario Stingone

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog