Cerca

à la guerre comme à la guerre !

Caro Direttore, se la Magistratura attacca e colpisce con tale feroce determinazione e non accetta le offerte di non belligeranza graziosamente offerte dal Cavaliere pochi giorni fa col famoso passo indietro, credo sia lecito ed opportuno difendersi con tutti i mezzi leciti e mobilitare uomini, idee e risorse per arginare e respingere una campagna persecutoria come essa appare ormai agli occhi di tutti.Le mezze misure non piacciono più a nessuno e gli inermi e i facili bersagli spingono all'accanimento piuttosto che alla pacificazione.Il rispetto lo si guadagna anche battendosi a viso aperto e senza riguardi per nessuno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog