Cerca

LE LAUREE HANNO VALORE SOLO SE NON SONO INFLAZIONATE

L'Università sta diventando la fabbrica delle illusioni. E' un parcheggio sempre più lungo e con sempre meno sbocchi. Il sapere è sempre più evanescente e atomizzato, l'inconsistenza sempre più evidente. Si apprende sempre meno e sempre più tardi, il brodo è sempre più diluito. Le competenze, a volte improbabili, sono circoscritte, minuscole, infinitesime. Servirebbero invece laureati più giovani, con competenze più vaste e profonde. Sarebbero necessariamente in minor numero, come risultato di una scuola più selettiva, ma d'altra parte che senso hanno diplomi inflazionati che sì e no consentono di trovare un lavoro precario in età ormai da pensione? I diplomi sono come la carta moneta: quando è troppa, non ci si compra più nulla. Con i più cordiali saluti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog