Cerca

proporzionale

Caro direttore, cosa è cambiato dalla prima repubblica? Poco o nulla e quel poco in peggio, il sistema maggioritario e soprattutto la vergognosa legge elettorale votata anche dalla sinistra ha ancora di più allontanato l' elettorato dalla politica e soprattutto avvelenato gli animi anche nelle province e soprattutto nei comuni, Il proporzionale con preferenza nominale permetteva ai cittadini di conoscere i candidati che si presentavano all' elettorato, conoscere il prprio programma, e soprattutto comprendere le coalizioni e l' orientamento politico e poter scegliere non solo in base alla " simpatia " ma anche alla vera e propria fiducia nell' ideologia politica che il candidato rappresentava. Fuori dal potere decisionale del partito e delle sue regole interne il cittadino/elettore si sentiva parte attiva all' interno del processo creativo politico, scegliere il proprio deputato, come scegliere il proprio sindaco era un modo democratico di motivare i cittadini anche a intraprendere vere e proprie propagande politiche e discussioni ideologiche. Ora, invece gli eletti sono anonimi personaggi senza una reale provenienza politica o una base ideologica, scelti dal partito in base ad oscure ( ed in molti casi neanche tanto oscure ) direttive. I partiti, strutture organiche piramidali sono diventati giganti dalla testa enorme e dai piedi piccoli e di argilla, sempre in bilico e inastabili, tanto da venir giù ad ogni scossone politico o giudiziario. Basta girare per Cerano, il mio paese e vedra' che tranne la Lega non c'e' piu' un partito politico o sezione dove possa rivolgersi un cittadino, per chiedere propoaaste e provvedimenti per il proprio paese o protestare, nascono così santoni di giornata, pronti a vendersi qualsiasi ideologia popolista per risquotere successo, questo porta i consiglieri a essere praticamente scoperti dinanzi al popolo contrariato e la mancanza di dialogo tra l'assessore e il sindaco, visto che prima c'erano i gruppi politici comunali che filtravano il realismo del consigliere contro i doveri dell'assessore, credo che oggi essere consiglieri di maggioranza sia un supplizio perche'ci si è ridotti ad essere solo alzatori di mano a comando per esigenze politiche, la nuova legge ha dato maggiori poteri al sindaco e alla giunta relegando il consiglio ad una mera rappresentanza. E' ora che qualcosa cambi, perchè non si può rinnovare la politica senza passare dal basso. moletti massimo cerano no

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog