Cerca

la terza guerra mondiale lo, sappiamo, è economica

I giornali dovrebbero servire a dare notizie e non a fare disinformazione. ( vedi il Giornale di oggi che attacca Grillo invece di intervistarlo a casa sua e dirci come stanno le cose) Grillo non ha certo paura della TV e tantomeno dei giornalisti. Conosciamo bene le sue idee ed è convinto , a ragione, che sia inutile partecipare a talk show pilotati dal conduttore di turno che deve rispondere alla parte politica che lo ha assunto allo scopo. Se i giornali italiani fossero come quelli americani che vivono riportando le notizie che interessano alla gente e non alla politica, forse potrebbbero sopravvivere con i loro mezzi. Ma come si fa , in Italia , rilasciare interviste a giornalisti che ti creano trappole invece di ascoltare il tuo progetto? Grillo si è dimostrato vincente con la sua tattica di tenersi lontano da tv e media. La gente non è stupida e votera' il suo programma anche se si limitasse solamente a cambiare una generazione di ladri che mentre gli altri lavoravano sono andati laddove si lavora poco e si guadagna molto in poco tempo. Poi si vedra'.* I giornali devono cambiare se vogliono sopravvivere e vendere piu' copie, devono parlare di nuove idee , lanciare nuove proposte , promuovere sondaggi pubblici , far capire a chi fa politica che gli elettori non sono tutti analfabeti comprabili con un pacco di pasta e non sono piu' interessati alle sceneggiate di gente che prima si sputa addosso e poi fa lingua in bocca col nemico pur di continuare a mantenere un "piccolo stipendio" (secondo loro) ma una grande possibilità di rubare . I giornali devono "aiutare" i governi criticando le loro teorie laddove serva ma proponendo anche soluzioni che vadano a favore dei cittadini.( tramite le idee innovatrici di personaggi anche fuori della politica che è troppo stanca delle battaglie di potere per pensare serenamente a come risolvere i problemi dei sudditi di serie B) Io voterò o per Grillo o per il partito che decida di trasformarsi in SRL con tanto di statuto , amministratore responsabile, contabilità verificabile dalla Corte dei Conti e che paghi le tasse allo Stato restituendo quindi il denaro non speso per scopi leciti, rendicontati, regolamentati ed approvati dai cittadini . GFPeriGenova * Inutile spaventare la gente con minacce circa l'uscita dall'euro, la catastrofe economica ecc. - Grillo ed i suoi professori sanno benissimo, come noi, che stiamo vivendo e lavoreremo per pagare per venti o trentanni 50 miliardi l'anno #, gli interessi ai mafiosi che spostano all'estero i proventi della droga per poi comprare bond italiani, agli Stati Economicamente in competizione con noi (Germania ecc.), al mondo della Finanza Americana, ai paradisi fiscali, ai grandi evasori che comprando i nosti bond ed il nostro oro tramite i "Compro Oro" che nessuno controlla da chi siano finanziati**, ai gruppi islamici che spostano i capitali dei lavoratori in nero nel nostro paese. Potenze economiche che ci hanno dichiarato guerra economica e per vincerla si apprestano in breve tempo a comperarci a prezzi stracciati il giorno in cui decideranno di svendere una parte delle migliaia di miliardi di bot per farci crollare definitivamente. L'attuale politica è indirizzata solo a prendere tempo, rimandando la patata bollente al dopo elezioni, non esistendo infatti un'agenda di programma nota ai cittadini sui tempi, modalità e costi di questa operazione che si allunga nel tempo sempre piu'. # prima o poi interessi e capitali dovranno essere restituiti, chi li restituira? Come? dobbiamo dedicare ai finanzieri come Monti la nostra vita, quella dei nostri figli all'idea di pagare le loro emissioni di bot? Che ne sara' della speranza di un mondo migliore? ** come riescono a pagare l'oro che acquistano , a reclamizzarsi sui manifesti, sui bus, addirittura in TV guadagnandoci per la loro vita e dando pure soldi in cambio di oro se dietro non ci fosse un network che per semplicità chiamero' mafia che ricicla denaro?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog