Cerca

Questa volta la mafia in sicilia si sarebbe astenuta

Gentile Direttore, nei recenti talk-show televisivi si è molto dibattuto sul risultato elettorale della Sicilia. In passato, quando cioè l’area politica vincente era la DC e negli anni più recenti il centro destra, la sinistra ha sempre affermato che il risultato elettorale era pesantemente condizionato dalla mafia che orientava i voti sui partiti ai quali era in qualche modo collegata. Indubbiamente un fondo di verità poteva anche esserci. Ma ciò che sorprende è che in questa occasione, avendo vinto un candidato del centro sinistra (sebbene anche il PD abbia subito un drastico ridimensionamento) nessun commentatore abbia paventato l’ipotesi che la mafia possa aver condizionato la vittoria di Crocetta. Ergo, la mafia avrebbe il ruolo di orientare il voto siciliano solo quando vince il centro-destra, ma non quando vince il centro-sinistra. Qualche “furbetto” ha avuto la faccia tosta di dire che in questa occasione la mafia avrebbe “consigliato” l’astensione (peraltro non se ne capirebbe la ragione). Ma se invece di Crocetta avesse vinto Musumeci avrebbero detto la stessa cosa oppure avrebbero riaffermato il teorema del voto mafioso ? Come al solito, “due pesi e due misure”. Gianni Porzi, Casalecchio di reno (bologna)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog