Cerca

senza lavoro perché iper qualificata

Buongiorno Direttore, ho deciso di scriverLe perché mi piacerebbe che il suo giornale portasse alla luce anche il problema di coloro (e sono tantissimi) che si ritrovano nella mia situazione. 47 anni ben portati, una laurea a pieni voti in Bocconi, venti anni di esperienza in note aziende Italiane e Multinazionali, fluent English, e prossima al conseguimento di una seconda laurea. Ebbene? Il mercato del lavoro non mi vuole più perché sono “iperqualificata”. Mi hanno consigliato di mentire sull’età. Infatti, il limite massimo che si trova, molto spesso, negli annunci di lavoro è 45 anni. Oppure di ridimensionare il curriculum. Ma come si fa a nascondere venti anni di esperienza? Chiunque dopo vent'anni impara un mestiere e sa fare bene il suo lavoro qualunque esso sia. Sarebbe strano il contrario. Ma nel mondo del lavoro di questo Paese essere professionali e preparati è una colpa. A 47 anni sono già troppo vecchia e, oramai, troppo competente per avere un lavoro. Quando ascolto gli opinionisti in televisione e sui giornali che suggeriscono a coloro che perdono il lavoro di specializzarsi e riqualificarsi mi viene da sorridere…..certo, dipende dal settore, dalla mansione ecc, tuttavia, mi sento doppiamente indignata. Chi lo spiega a queste persone che dopo avere speso soldi in qualche scuola pseudo professionale resteranno senza lavoro perché troppo qualificati? Cordialità

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog