Cerca

La Giunta dell'Umbria contraria al decreto.taglia province

Ovviamente direi...ora il presidente della Provincia "piange"vicino alle povere famiglie che,in seguito al decreto legge, si vedranno i posti di lavoro tagliati(cosa a cui non credo, gli troveranno subito altre collocazioni)...ma quando chiudevano le aziende nessuno, e dico nessuno, si è mai preoccupato di che fine e soprattutto, di cosa campassero quelle famiglie ridotte al lastrico. Che ipocrisia.Solo se tocchi la loro casta,qui quella dei rossi, si muove qualcosa altrimenti non interessa niente a nessuno. Finirà per noi, poveri mortali ,ma finirà anche per loro. Poveretti quasi quasi mi fanno pena....

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog