Cerca

NAPOLITANO, UN SETTENNATO DA DIMENTICARE

Non ha saputo o voluto intervenire nel conflitto “politica-magistratura” nonostante l’evidenza di gravissime anomalie, rimanendone alla fine anch’Egli vittima. Ha dissuaso, se non bloccato, riforme liberali indispensabili perché timoroso per la tenuta della “coesione sociale” ed oggi ne vediamo le conseguenze. Un onest’ uomo inadeguato al momento di grande cambiamento che oggi forse se ne è reso conto ma troppo tardi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog