Cerca

QUALE LEGGE ELETTORALE

Egr. sig. Direttore desidero esprimere la mia delusione e desolante tristezza di una parte dell'sttuale classe politica per non parlare di quella del secolo scorso dalla fine degli anni sessanta. In particolare mi riferisco nel suddetto periodo per il " semplice e banale motivo " della preoccupazione del segretario del PD che definisce il premio di maggioranza a chi raggiunge il quorum del 42,50% non accettabile e chiede di abbassare ancora il quorum, sottolineando che viene richiesto nell'interesse del popolo italiano ( quale parte del popolo italiano? ) e non nell'interesse del partito/ personale. PENSO CHE IL SIG. BERSANI RITIENE TUTTI GLI ITALIANI DEGLI ALLOCCHI E POSSONO CREDERE OGGI CHE GLI ASINI VOLANO ( MENO MALE CHE NON E' VERO ). Se, invece, di preoccuparsi di abbassare il quorum delle preferenze nella prossima legge elettorale cercasse di convincere l'elettore con un programma serio e, cosi', superare quella percentuale di voti necessari per governare senza premi di maggioranza, farebbe, finalmente, del bene al popolo italiano. Dopo tutto questo detto la cosa buffa e' che non solo non raggiunge la percentuale dei voti della precedente tornata elettorale ma, forse, raggiungerà il quorum del 40% ( proposto dal PD ) con decine e decine di " partiti " con meno del 50% dei non votanti come è successo in Sicilia. DOPO IL sig. BERSANI CANTA VITTORIA. L'unica mia consolazione è di avere ancora una volta la conferma di non aver mai sbagliato a porre la fiducia a questa parte politica. biagio brambilla

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog