Cerca

La Politica italiana come la Formula 1

La politica,in Italia,sta somigliando sempre più...ad un Gran Premio di Formula 1. Gli schieramenti,alla partenza della legislatura,sono,ma non sempre,quelli decisi dagli elettori. Poi,durante la corsa,pardon,la legislatura,si modificano.C'è chi cambia corsia,chi va a sbattere,e c'è anche chi,pressato dagli inseguitori e dalla "Claque avversaria ",sforza il motore ed è infine costretto a dare strada ad altri. Dopo la rivoluzione del predellino,il conduttore Berlusconi e il già sdoganato Fini parevano invincibili,con quest'ultimo ancora una volta candidato ad essere "delfino". Non c'erano Casini che potessero tenere,avrebbero potuto rivoltare... almeno qualcosa nella italica politica,ma poi il geloso delfino (hanno ragione gli etologi : questi mammiferi somigliano moltissimo agli umani),per puntare il ditino contro il primo conduttore della scuderia,ha tolto la mano destra dal volante e ha innescato una tale scivolata che non lo ha visto ancor oggi fermarsi. Una differenza (soltanto in Italia,a dir il vero) tra F/1 e politica,però,esiste : in F/1 si parte,qualcuno si ferma,gli altri arrivano,chi primo e chi ultimo,mentre in politica talvolta il Direttore di gara alza la sbarra di una entrata laterale e fa entrare in pista un "intruso" bene avanti a tutti gli altri,e finisce che costui ce lo vediamo sul gradino più alto del podio. Sempre con la grancassa dell'Inno Nazionale,e meno male...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog