Cerca

Chi ci salverà ?

Caro Belpietro, non ho mai fatto politica e non ho intenzione di farne in futuro dato che ormai sono al traguardo dei settantacinque. Ritengo che per fare politica in modo corretto bisogni essere idealisti o sognatori. Constato invece che quelli che stanno nei due rami del parlamento hanno tutt'altre aspirazioni dato che si affrettano ad emarginare e dissuadere, unanimemente ed immediatamente, chiunque palesasse idee non conformi alle loro.Questo è il solo argomento che riesce a frenare la loro litigiosità. Da alcuni anni si parla di una ripresa che viene puntualmente rimandata all'anno successivo, ormai gli ottimisti l'anno rimandata al 2015, non parliamo dei reailisti o dei pessimisti. Mi pongo dunque una domanda: chi ci salverà ? Sarà forse la casta dei politici ambiziosi e corrotti che pensa solo a se stessa ? Sarà forse quella dei sindacalisti demagoghi e populisti che promettono quello che non si può? Saranno i professori che, in nome della quadratura dei conti, ci stanno avvitando in una spirale fiscale senza ritorno ? Saranno i banchieri che stringendo i cordoni della borsa (non ostante abbiano avuto i fondi dall'Europa) soffocano imprese e privati ? Saranno i grillini che sparano nel mucchio ? Sarà la farraginosa macchina statale fonte di mille sprechi, clientelismi, nepostismi e corruzione ? Nessuno di questi potrà farlo. A mio avviso esiste solo una categoria trasversale, ammesso che ormai non sia troppo tardi, che potrebbe salvarci: quella degli imprenditori, artigiani, industriali, commercianti, agricoltori, operatori del turismo e dei servizi. Chi, se non loro, potrebbe fare aumentare il PIL, sola risorsa per uscire dalla crisi ? Chi rischia in proprio: gli statali forse ? Chi, non ostante tutto, continua a combattere contro i mulini a vento? Ecco un compito per qualcuno di buona volontà: fondare un partito di impreditori, non importa di quale ideologia, e trovare un capo. Le elezioni sono molto vicine ma non impossibili da vincere con uno schieramento che parli la lingua di tutti gli uomini di buona volontà. Questa è la sola probabile salvezza. Ci sarà qualcuno che raccolga la sfida o dobbiamo guardare con rassegnazione nell'abisso in cui stiamo precipitando ? Alfonzo Rodrida

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog