Cerca

legge elettorale

Legge elettorale Insomma, questi partiti che ci ritroviamo non ne vogliono sapere di mettersi d’accordo sulla legge elettorale. Neppure la “strana” maggioranza. Ma la ragione è semplice. Si vuole discutere, considerare e votare tutto assieme. O tutto o niente. E’ ovvio che non si va da nessuna parte. Perché i presidenti di Camera e Senato non spaccano la questione nei quattro, cinque o più punti e fanno votare a maggioranza ogni singolo punto? - preferenze, collegi, elezione capo Stato, premio di maggioranza, soglia di sbarramento, eccetera- . La decisione in un giorno sarebbe presa. E’ così che si fa nelle riunioni di condominio quando si deve fare una scelta. Basta copiare. Questa è democrazia! Vince la maggioranza! Roberto Nuara

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog