Cerca

...in attesa della patrimoniale

Ogni giorno ormai dal governo e dai suoi ministri si sente solo parlare di nuove tasse senza più alcun podore, poi le solite dichiarazioni sull'equità dei provvedimenti e sulla guerra all'evasione. Dai fatti mi sembra tuttavia che equità si debba tradurre con "più tasse per chi già le paga" e guerra all'evasione con "per farvi pagare di più e togliervi il possibile inventiamo nuovi indicatori di reddito presunto ed inaspriamo quelli esistenti". E tra poco arriva la patrimoniale che vuol dire "altra tassa sulla casa e sui risparmi" altro che grandi patrimoni immobiliari e non. C'è una nuova stangata in arrivo per dare di più a chi ha già mangiato il mangiabile e vuole mangiare sempre di più. Cari italiani e cari lavoratori dipendenti italiani (che già avete retribuzioni tra le più basse d'Europa) che ogni tanto, dopo sudate fatiche e dopo duri risparmi, vorreste concedervi un meritato weekend di vacanza o magari vorrestete fare un regalo a vostra moglie, state attenti: è meglio non farlo. Se lo facciamo vuol dire che siamo ricchi, abbiamo delle eccedenze. Quindi sorpresa: nuova tassa! Non c'è più vergogna! Come si fa a dire basta quando non si vede nessuno che possa veramente cercare di salvaguardare i nostri interessi (quelli dei lavoratori dipendenti e della classe media) e decida di tagliare gli enormi sprechi e privilegi che stanno soffocando noi contribuenti onesti e le nostre famiglie? Io non vorrei più vedere il professor Monti e la sua squadra. Io non vorrei più vedere i soliti politici a partire da A.B.C.F. e altre cariatidi. Io non amo questa Europa di burocrati sordi e ciechi che soffoca i suoi cittadini. Io non amo Grillo che è la distruzione del sistema senza soluzioni alternative. Ma è possibile che non ci siano altre soluzioni? Non facciamoci illusioni: mala tempora currunt!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog