Cerca

Disperazione

Gent.mo Direttore, ho assistito ieri sera al confronto dei candidati per le primarie del PD svoltosi su SKY. Le solite chiacchiere, le solite promesse per ritrovarci con un Paese dopo cinquant'anni ormai nel baratro. Le elezioni in Sicilia hanno evidenziato il malessere degli elettori evento che si ripeterà alle prossime elezioni a livello nazionale. Tutti parlano di metodo tedesco o americano ma ogni qualvolta che ci sono state le elezioni non ho mai sentito uno dei perdenti fare i complimenti ai vincitori esortandoli a far bene ma ho sempre assistito a insulti e minacce. Durante il suddetto confronto non ho sentito nessuno dei partecipanti affermare che ognuno di loro è al servizio dei cittadini con un mandato a tempo e la cui rielezione è subordinata alla valutazione del lavoro svolto nei cinque anni di lavoro con un emolumento non superiore a 5000,00 euro al mese, spese pagate ovviamente. Vedo sempre le stesse facce, FINI/CASINI/BERSANI/ROSY BINDI ECC. e temo che anche i nuovi che appaiono all'orizzonte abbiano intenzione di restare attaccati alla poltrona per i prossimi cinquant'anni. Dopo le elezioni in Sicilia mi sono chiesto come abbia potuto il Presidente Napolitano con un astensionismo del 52% consentire che si potesse costituire un governo della regione. Ho sentito Bersani sorridendo dire dopo le elezioni "non ci posso credere, abbiamo vinto" VERGOGNA, ma su chi ha vinto. Sono sempre stato un uomo di destra e vorrei tanto fare qualcosa per il mio Paese avendo anche qualche idea per risolvere le questioni che sono sul tappeto. La ringrazio per l'attenzione e mi auguro che Lei possa pubblicare su Libero questo mio sfogo. Con grande stima La saluto cordialmente Salvatore Russo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog