Cerca

L'ORLANDO IMPAZZITO " RICATTA" IL GOVERNO PER LA GESIP

EGREGIO DIRETTORE SI SEGNALA IL SEGUENTE ARTICOLO: Gesip, Orlando : "Senza cassa integrazione nessuna società consortile" 13 novembre 2012 - “Io ci sto mettendo la faccia. Regione e governo nazionale facciano la loro parte. Se non faranno in modo che parta al più presto la cassa integrazione in deroga la nuova società consortile non potrà partire“. Sono queste le parole del sindaco Leoluca Orlando in occasione della conferenza stampa sulla vertenza Gesip tenutasi questa mattina Villa Niscemi a Palermo. Davanti i cancelli, presidiati dalla polizia, un gruppo di lavoratori ha atteso l’esito dell’incontro. Poco rassicuranti le parole di Orlando che ha messo in primo piano l’esigenza di riuscire a ottenere gli ammortizzatori in deroga in vista della costituzione della nuova società consortile che dovrà inglobare non solo Gesip ma anche tutte le partecipate comunali e dunque anche Amia, Amat e Img per un toltale di circa 8mila lavoratori e per un costo annuo di circa 360milioni di euro: “Chiederò la convocazione di un tavolo urgente – ha proseguito Orlando – al ministro del lavoro Elsa Fornero, al neo governatore Rosario Crocetta, al ministro dell’Interno Anna Maria Cancellieri e al sottosegretario della presidenza del Consiglio Antonio Catricalà”. La bozza sul piano di riordino per Gesip, a detta del sindaco, sarà presentata ai capigruppo del Consiglio comunale giovedì alle 12. Successivamente anche all’assemblea dei soci che verrà convocata entro domani.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog