Cerca

GOVERNO CON RESPIRO RIDOTTO?

Sempre convinto che il Prof, già dall'inizio del mandato (un anno fa) di risanamento economico, avrebbe dovuto, contemporaneamente o quasi, dare un colpo al cerchio ed uno alla botte : cioè, chiedere soldi alla Nazione, ma predisporre un sostanziale riassetto dell'architettura istituzionale politico-statale...questo non sembra avvenuto,almeno a tuttora, con grande indignazione del popolo elettore e non. Forse che ci si aspetta e crede che riforme dalle grandi portate e "auto-riducenti"...possano essere questi politici a farle? Ormai i cittadini hanno ben chiaro l'attuale quadro di scollamento tra rivalità partitiche e la stessa base che attende risultati. Con questo immobilismo, allora, meglio anticipare di due mesi e cogliere l'occasione per un "election day" al 10-11 di febbraio, approfittando delle Regionali in Lombardia, Lazio e Molise. Non saranno due mesi a portarci grandi novità...e vorrà dire che anche questa grande occasione di Governo tecnico sarà andata sprecata. Come si fa a continuare ad avere una Giustizia in questo stato? Mentre nelle piazze ci si mena alla grande. Saluti. Angelo Mandara

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog