Cerca

Cannabis libera ??

Un recente studio rivela come l'uso di droga (cocaina e cannabis) influisca direttamente sulla corteccia prefrontale del cervello umano. Con la Risonanza magnetica ad alto campo, cioè con le neuroimmagini, si possono evidenziare in modo scientifico e oggettivo gli effetti delle diverse sostanze stupefacenti sul cervello dell'uomo. Il Dipartimento antidroga, del quale il Ministro Andrea Riccardi per la Cooperazione Internazionale e l'Integrazione ha la delega, in collaborazione con l'Unita' di neuroscienze del Dipartimento delle Dipendenze Ulss 20 di Verona, e l'Unita' di Neuroscienze dell'Azienda ospedaliera Universitaria di Borgo Trento (Verona), ha effettuato una mappatura delle alterazioni microstrutturali e funzionali dovute al consumo di droga. La ricerca ha individuato delle aree del cervello che si attivano sia nel cosiddetto ''craving'', ossia la pulsione che porta il soggetto ad avvicinarsi alla droga, sia nel ''resisting'', cioe' la capacita' di controllare l'assunzione compulsiva arrivando a rimandarla. In pratica la cocaina e la cannabis impediscono la capacità di decidere dell'individuo, anche rispetto alla stessa assunzione di droghe.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog