Cerca

All' on. Di Pietro

A proposito di quel Maruccio dell'Idv accusato di mettersi in tasca i soldi del suo partito e di spenderli al gioco - per ora siamo a un milioncino e centomila euro mi pare - i magistrati sostengono che i suoi capi non potevano essere all'oscuro di tutto, che non si può sottrarre tutta quella grana senza che nessuno si accorga di nulla. Ma allora, che dovrebbe dire il buon vecchio Lusi che ha fatto sparire decine di milioni di euro e quando ha tentato di spiegare che mezzo Pd sapeva e l' altra metà mangiava, si è beccato gli insulti e le querele di Rutelli e di mezza ex margherita ? I magistrati hanno impiegato cinque minuti per stabilire che l'unico ladro mascalzone farabutto era lui e che gli ex compagni di partito potevano ritenersi giustamente offesi dalle sue accuse infamanti. Il resto è storia...un pò di galera, giusto un pò.. e poi in convento a meditare. I giornali non ne hanno più parlato ed è finita lì. E l' Idv? Per un milione appena, hanno concluso che Di Pietro sapeva per forza. L' attacco della Gabanelli, le fucilate di Crozza, l' ostracismo del Pd...si è deciso che l' Idv è di troppo, specialmente dopo aver minacciato un'alleanza con Grillo. Eliminare Tonino è la parola d'ordine che corre nei palazzi che contano, quelli in cui si decide il futuro dell' Italia. Si rassegni, Di Pietro, dovrà provare sulla sua pelle quel che hanno fatto al presidente Berlusconi. Cordiali saluti Giorgio

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog