Cerca

QUALE DEBITO PUBBLICO???????

Egr. sig. Direttore, desidero esprimere una riflessione, a mio avviso condivisibile da molti altri connazionali ognuno con la propria convinzione, cioè che la classe politica ed istituzionale oltre al fallimento in tutti i campi e settori dimostra un cinismo ed una incoscienza fuori da ogni logica e da ogni minimo interesse economico, sociale, giudiziario ecc. generale. In merito all'allarmante e preoccupante esposizione del debito pubblico, denunziata da alcune fonti autorevoli e competenti politicamente non di parte, anche il più sprovveduto ragioniere avrebbe preso come decisione prioritaria d'intervento senza indugio di operare sulla riduzione della spesa pubblica, lievitata in modo sconsiderata, cosidetta " SPENDING REVIEW " che tanto se ne e' parlato all'inizio e poi è diventata lettera morta. Sembra che, quando i provvedimenti riguardano l'abbattimento della spesa pubblica, si parla ai sordi ed ai muti ed i professori definiti " tecnici " non hanno dimostrato un che minimo interesse ad intervenire con la dovuta autorevolezza ed, invece, hanno solo e sempre inveito sui redditi medio-bassi cioè dei lavoratori e dei pensionati, sulla proprietà di prima necessità ( prima casa ) e da oggi spiare il conto corrente ( i piccoli risparmi ) e, per ultimo, si sono sottomessi ai "poteri internazionali ". Desidero rivolgere un appello all'elettorato e cioè " chi va ancora a votare nella prossima tornata elettorale " di riflettere e di fare un attenta valutazione nell'esprimere il proprio voto. biagio brambilla

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog