Cerca

Tempi duri per Befera

Befera è forse l'uomo più odiato d' Italia, addirittura più di Monti e Napolitano. Fossi in lui eviterei di camminare per strada senza scorta o mostrarsi comunque in pubblico e al termine dell' incarico penserei alla fuga all'estero. Gli consiglio il Brasile, laggiù uno come lui trova rifugio sicuro perchè qui da noi non potrà più avere una vita normale visto quel che ha combinato. Dico questo perchè stamattina, in un bar in cui facevo colazione , una signora parlava proprio di lui con odio implacabile tra il plauso degli altri avventori in una gara a chi la diceva più grossa. Non ripeto gli insulti che sono volati all'indirizzo del capo totale di equitalia ma riguardavano principalmente la sua prospettiva di vita, la sua famiglia e la sua sessualità. Alla stessa scena ho assistito nell' officina di un gommista che parlando di Befera con un cliente, sembrava quasi minacciarlo - involontariamente - con il palanchino che si usa per staccare lo pneumatico dal cerchione. E' un esperimento facile da fare, basta far capolino in un esercizio qualsiasi e dire ''Befera'' - Monti o Napolitano vanno bene lo stesso - e aspettare. Come accendere un fiammifero in una camera iperbarica. Se si azzardasse a mostrare la faccia in pubblico e qualcuno lo riconoscesse non so cosa succederebbe...forse una caccia all'uomo. Buon per lui che esiste la chirurgia plastica. Cordiali saluti Giorgio

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog