Cerca

Sono molto "choosy"!

Illustrissimo Ministro, al contrario di tanti Le devo dare ragione; ebbene sì, lo ammetto: sono "choosy", terribilmente "choosy" e penso di potermelo permettere dal momento che finora ho lavorato per 61 mesi (non consecutivi) in 3 aziende diverse senza aver MAI avuto un contratto di lavoro (sempre "a nero", tranne che in un'esperienza di 5 mesi dove, pur lavorando 8 ore e mezza al giorno per 6 giorni la settimana, l'azienda giustificava il mio rapporto come "prestazione d'opera occasionale"), mai una busta paga, mai avuto un solo centesimo di contributo previdenziale versato, mai un'assicurazione, mai uno stipendio degno di tale nome (da un minimo di 280 euro al mese ad un massimo di 870!), mai un centesimo di retribuzione per "lavoro straordinario" (nonostante lavorassi dalle 44 alle 52 ore settimanali), non ho mai percepito la quattordicesima e non ho mai goduto di un periodo di ferie superiore alle due settimane e tutto ciò nonostante dedicassi al lavoro tantissimo tempo (faccio notare che ho sempre lavorato anche di sabato, a volte anche la domenica e, se si esclude un breve periodo di sei mesi, non tornavo mai a casa nella pausa pranzo ma, vuoi per motivi di tempo, vuoi per la distanza, vuoi a volte per impegni di lavoro, mangiavo qualcosa fuori tornando a casa direttamente la sera!). A questo punto, se la Signora Ministro me lo consente, vorrei ambire a qualcosa di dignitoso, ma soprattutto che mi permetta di vivere, non sopravvivere!!!!!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog