Cerca

Disgusto di tutta la classe politica e non

Buongiorno Direttore. Sono una donna, moglie, mamma, persona, essere umano, sono italiana. Vorrei capire perchè nel nostro paese (ho sempre più difficoltà riconoscerlo tale) i "nostri signori" che, dovrebbero lavorare per gli italiani, considerando il fatto che sono gli ITALIANI a pagargli lo stipendio, continuano imperterriti a far di tutto tranne che il loro dovere. Le imprese falliscono? Chiusura e licenziamenti. Il lavoro è fermo? Cassa integrazione per i lavoratori (se non addirittura il licenziamento). L'Italia è in crisi? Governo in rovina, dimezzamento e più dello stipendio, riduzione massiccia del personale. UTOPIA!! Ma sarebbe più che giusto e logico perchè se l' Italia è in crisi lo sono anche gli italiani e visto che loro stessi sono lo stipendio dei vari "dipendenti del governo", bisogna risanare e quindi chiudere i "rubinetti" . Ma i "nostri non ci sentono", sono come qualcuno di un tempo che gridava "armiamoci e partite! Istèss, "è crisi dobbiamo rimboccarci le maniche, italiani fate i sacrifici! "VERGOGNA!!Poi leggi che un certo Sig. Josè Mujica, presidente uruguaiano, sceglie di donare ai poveri il 90% del suo stipendio statale e di far dormire nella dimora presidenziale i senzatetto. Lui prende uno stipendio di 775 dollari e vive in campagna conducendo una vita semplice. Nessun privilegio nessuna guardia del corpo o auto blu. E' vero, ha passato 14-15 anni in carcere per "aver militato tra i Tupamaros, organizzazione marxista che organizzava attività di rapina alle banche cui seguivano distribuzione ai poveri di Montevideo di cibo e soldi". Ma che UOMO!!!!!Noi dove abbiamo uomini così?! Già, i nostri politici, che dovrebbero essere tutti dalla carica più bassa alla più alta in galera se la godono e noi "poveri italiani moriamo"Io sono stufa, schifata e sdegnata di vedere come si comportano, ma so che da noi non ci sarà mai nessuno che prenderà veramente a cuore la situazione di noi semplici cittadini italiani. Poveri i nostri figli che non avranno sicuramente niente da rallegrarsi. A meno che non vadano in Uruguay. Certa che la tessera elettorale diventerà sempre più facilmente una piccola torcia La ringrazio e porgo cordiali saluti. Sabrina Rasella P.S. probabilmente questa mia la invierò ad altri giornali perché non mi sento di appartenere a nessuna corrente politica né bianca né rossa né nera né verde tucc istess e al governo stesso(ma cosa spero cosa) perchè penso che il mio stato d'animo di desolazione sia quello della maggior parte degli italiani.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog