Cerca

UN'IDEA: IL FIDO FISCALE

Buonasera Direttore, in un momento critico come l'attuale vorrei lanciare una proposta. In tema di evasione, lo Stato non distingue tra debitori ed evasori. Mi spiego meglio: se un cittadino si trova in difficoltà e non riesce ad onorare al pagamento delle imposte, pur avendo presentato regolarmente la dichiarazione, è un evasore. Da questo punto si attiva, dopo l'iter dell'avviso bonario, difficilmente onorabile, la macchina della morte: Equitalia. I debiti si duplicano e in alcuni casi triplicano, nonchè partono le ganasce, rendendo, anche se nella volontà di farlo, impossibile onorare il debito, poichè a ruota Equitalia ti fa' saltare pure i fidi bancari. Ora, dato il momento difficile, partito di fatto da una crisi di liquidità, se il Fisco potesse aprire presso l'AE un "conto fiscale" affidato, fiscale solo perchè utilizzabile per il pagamento delle imposte e non per scopi privati e/o commerciali, affidato perchè l'AE ti darebbe un fido sul quel conto commisurato alla denuncia dei redditi presentata, il cittadino potrebbe alla giusta scadenza onorare al versamento delle imposte e in carenza di liquidità utilizzare il fido concesso. Tale "conto fiscale" funzionerebbe per gli accrediti come un normale conto, vale a dire il cittadino potrebbe versare nel corso dell'anno gli importi che ritiene disponibili e non sarebbe più braccato a scadenza. Ovviamente, sul "conto fiscale" non si potrebbe "sconfinare" e in caso di decadenza dei requisiti per il fido, assenza totale di reddito, si procederà a rientro concordato (rate). Ritengo che questo andrebbe a ricucire un rapporto fiduciario cittadino/Stato che ormai si è strappato, ridurrebbe la burocrazia, ci sarebbero infatti meno iscrizioni a ruolo, ridurrebbe i costi Statali perchè si ridurrebbe l'attività di recupero coatto. Ovviamente essendo un rapporto di conto affidato, lo Stato applicherebbe gli interessi di fido, che dovranno essere non più di due punti percentuali sopra gli interessi dovuti dallo Stato verso i detentori di titoli dello Stesso. Tali interessi saranno riscuotibili trimestralmente e addebitati sul conto fiscale affidato. Tutto questo dovrà anche essere accompagnato da una progressiva diminuzione della pressione fiscale che ormai sta volando al 68%.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog