Cerca

“L’Imu è una tassa-beffa”: Fassino fa ricorso al Tar....

Ebbene si! Grissino s'è risvegliato dalla catalessi ed ora insorge, dopo gli sfracelli finanziari di ’Indebitator’ Chiamparino. L’Imu del governo, pesante e sbagliata, non può essere una scusa al malgoverno della sinistra torinese. Così come afferma anche Agostino Ghiglia il debito di Torino viene da lontano... Ora tutti si scatenano contro il governo che vampirizza il salasso ai cittadini. Vorrei rammentare ai nostri amministratori che la Costituzione Italiana: all'Art. 2 dice: "Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali." All'Art. 53 dice: "Tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro capacità contributiva. Il sistema tributario è informato a criteri di progressività." Ora non possono esservi distinzioni fra gli abitanti di Torino, Milano o Grugliasco in quanto le imposte dirette vanno commisurate non sui debiti della località, bensì sull'oggettiva capacità contributiva del contribuente, ed ugualmente su tutto il territorio italiano. Libertè, Egalitè, Fraternitè

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog