Cerca

Giornalisti e...giornalisti !

Gli smemorati non sono gli Italiani dai cinquantanni in poi,ma quelli dai settanta in poi ! Quali responsabilità si possono addebitare alle tante inesattezze che dicono,scrivono e raccontano sulla nostra Storia recentissima i giornalisti nati dal '60 in poi ? Ma quelli che come me di anni ne hanno settantanni in poi : NO, le inesattezze non devono essere riportate ! A vedere le scene di guerriglia urbana che in questi giorni hanno soffocato le vie di Roma, è sembrato giustificato ( ed è certamente legale) che la Polizia di Stato abbia dato il via alle cariche...Non dovevano ,tuttavia , i dirigenti della Polizia di Stato ,consentire il "quattro contro uno" che hanno spinto la magistratura ad indagare quei poliziotti che menavano randellate a giovani caduti a terra.Il 1° luglio 1960 ad una manifestazione,certamente fortemente politica ,la Polizia di Stato uccise 5 cittadini . In una Nazione civile e democratica ciò non deve MAI accadere ! Vorrei invitare i giornalisti politicizzati e pagati dalle lobby politiche che sono nati dopo il '60 a non prendersela con i poliziotti quando eseguono delle cariche né a giustificarle quando sono spropositate. La Storia dell'Italia non ha dogmi difendibili in assoluto come accade per molte altre Nazioni europee: noi abbiamo un'Italia millenaria che va ricordata pezzo per pezzo e non a scatola chiusa.Colpe e ragioni vanno riportate in maniera onesta e acritica.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog