Cerca

Chiudiamo l'Ilva?

Buongiorno Direttore, mi chiamo Paola abito in provincia di Brescia e da parecchi anni lavoro con la mia famiglia in una ditta metalmeccanica, produciamo motori elettrici e pompe per acqua, materie prime come acciaio e rame sono alla base del nostro lavoro. Stamattina riceviamo da uno dei nostri maggiori fornitori questa circolare che riporto testualmente: “Oggetto: Listino Prezzi Anno 2013 Svolgimento: Con la presente Vi vogliamo comunicare che tutti i ns. fornitori di acciaio ci hanno bloccato al momento qualsiasi possibilità di trattativa per l’anno 2013 a causa della chiusura della fabbrica Ilva di Taranto. Proprio a causa della chiusura della ditta stessa e dei suoi centri servizi, stanno mancando dal mercato una grossa quantità di materia prima che potrebbe portare ad un forte cambiamento dei prezzi. Se la chiusura dell’impianto sarà confermata, l’acciaio vedrà un aumento sostanziale del prezzo per il 2013. Ci è sembrato doveroso informarvi di questo e sarà nostra cura informarvi non appena avremo notizie in merito. Distinti Saluti” Rimaniamo senza parole come è possibile che un colosso nella trasformazione dell’acciaio con una storia centenaria venga chiuso così di punto in bianco perché inquina?!? Senza minimamente pensare alle conseguenze che questo potrebbe comportare a livello internazionale, già era difficile essere competitivi prima in Italia, e adesso ? Siamo senza parole, con tante domande senza risposta, perche’? La ringrazio per avermi letta, la stimo molto. Cordiali saluti Paola

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog