Cerca

La vittoria

Caro direttore, sono un cittadino di 37 anni di età, che ha sempre votato a destra da quando ho compiuto i 18 anni sia perché nutro un profondo rispetto e amore per il mio Paese sia perché fin da giovanissimo mi sono reso conto delle enormi contraddizioni che attanagliano i sostenitori della sinistra. Ho deciso di scriverle perché ritengo che in questo momento così difficile per il nostro Paese, il centro destra che si vede già sconfitto, non riesce a capire come invece la solita sinistra, ci stia servendo su un piatto d’argento la possibilità di ribaltare la situazione. Lo scontro in atto tra Renzi e Bersani ci fornisce un’occasione unica per rimescolare le carte: se come sembra, al ballottaggio vince Bersani, il presidente Berlusconi, la sera stessa dovrebbe indire una conferenza stampa in cui annunciare che Renzi che si è candidato per cambiare questo Paese, poichè la sinistra non glielo ha permesso, se vuole, può ancora avere la possibilità di portare avanti questo progetto, guidando lui stesso il centro destra, come candidato premier alle prossime elezioni. Se Renzi si è candidato perché vuole governare, Berlusconi gli deve dare questa opportunità, in questo modo a sinistra si scatenerebbe il caos e Renzi a sorpresa potrebbe catalizzare su di se’ sia i voti del centro destra che attualmente non ha una guida, sia di tutti quelli che nel centrosinistra non vogliono Bersani come premier. Io ritengo che nel centro destra molti accetterebbero Renzi come candidato premier e anche lui se gli viene data questa opportunità non si tirerebbe certo indietro perché lui lo fa perché è un’idealista. Non è più tempo di mezze misure bisogna osare. P.S.: Più che una lettera è uno spunto per una chiacchierata con il presidente Berlusconi che sembra aver perso di vista l’obiettivo l’Italia e non squallidi personalismi. G. R.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog