Cerca

POSSIBILE CHE I NOSTRI POLITICI SIANO COSI’ INDIFFERENTI?

Gentile Direttore, da anni cerco (evidentemente senza alcun successo) di sensibilizzare i politici e, per quanto è nelle mie assai modeste possibilità, anche l'opinione pubblica riguardo a un problema che non può essere accantonato, perché ne va della nostra sopravvivenza come comunità con una sua identità e una sua storia, che reputo nefasto gettare alle ortiche. Ritengo che il più grave problema per l'Italia sia la terrificante denatalità, conseguente a un pernicioso deficit culturale che è alla base della fallimentare organizzazione sociale che ci siamo dati. Per i nostri giovani, anche a causa di percorsi scolastici annacquati, resi inconsistenti e inutilmente dilatati nel tempo, il lavoro arriva sempre più tardi (se mai arriva), è sempre più frammentato e sempre più precario. Ciò impedisce ai giovani di progettare una propria vita familiare in tempi fisiologici, cioè prima dell'età pensionabile. Quando si raggiunge una parvenza di sicurezza economica l'età fertile per la donna si è già quasi del tutto consumata. Abbiamo così conquistato con pieno merito il record mondiale della denatalità. Il sistema sta implodendo e a ogni generazione la popolazione italiana si dimezza. Sotto l'aspetto dell'organizzazione sociale l'Italia andrebbe (e con ragionevole urgenza) rivoltata come un calzino. Possibile che i nostri politici siano così indifferenti al problema? Con i più cordiali saluti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog