Cerca

la vergogna delle primarie della sinistra.

Io vorrei davvero capire per quale ragione un coglione che avesse pensato di iscriversi alle primarie del centro sinistra direttamente al seggio al primo turno e che invece non avesse potuto per causa banalissime (che avesse perso un treno, che fosse stato in coda in autostrada, che la figlia gli avesse chiesto di andare a prenderla, che suo figlio fosse stato male, etc… ce ne sono milioni di motivazione tutte quante validissime e indimostrabili) deve essere rimandato a casa al secondo turno d’ufficio. Io sono uno di quelli che ha pensato: “va bene, tanto mi posso iscrivere direttamente al seggio, faccio tutto in una volta” e che per una motivazione indimostrabile (ero in coda di ritorno da una gita fuori porta) non ha potuto presentarsi entro le otto al proprio seggio. Voglio capire perché l’essere stato poco previdente debba pregiudicarmi il diritto di votare. Quando qualche cima del PD o di SEL me lo saprà spiegare avrà anche capito perché la sinistra non è mai stata (e non lo sarà mai se queste cose non cambiano) maggioranza effettiva nel paese. Non le pare, direttore?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog