Cerca

I Giudici...interpretano MOLTO !

Che in Italia l'interpretazione della stessa legge sia soggetta a quello che passa in quel momento nella "capa" del giudice preposto alla bisogna,lo dimostra quanto qui vò a descrivere. Il 12 Luglio 2010 la Corte di Cassazione aveva rigettato il ricorso di un extracomunitario che, in seguito a condanna per ricettazione ed altri reati aveva eccepito l'ingnoranza della legge italiana sulla base di un livello di scolarizzazione molto basso. I giudici avevano rigettato il ricorso sulla base del principio informatore dell'intero ordinamento e cioè "ignorantia legis non excusat". Oggi,proprio nella giornata che vede le donne insorgere contro la prevaricazione dei maschi che arriva all'omicidio per presunto "amore",leggiamo che un giudice ,nel corso del processo di secondo grado,ha assolto una coppia di nigeriani che aveva sottoposto le loro due bimbe,nate in Italia,ad infibulazione,in netto contrasto con la Legge 7/2006. E' evidente che il citato giudice,stavolta,ha tolto il "non" al detto latino.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog