Cerca

The winner is..non certo questo programma.

Buonasera Direttore, Le giriamo la seguente mail che abbiamo appena inviato a Mediaset. "Buonasera, io e mia moglie abbiamo purtroppo assistito durante l'ora di cena ad uno spettacolo che avremmo preferito risparmiarci. L' umiliazione di artisti,magari in erba,ma sempre e comunque almeno "persone", di ben diverse estrazioni sociali, poste di fronte alla scelta di credere in se stessi o "vendersi" per una somma considerevole per la parte debole, ininfluente per la parte forte che già solo per la sua superiorità di status,avrebbe potuto vincere per abbandono ( rectius, disperazione economica) dell'avversario; e , fra parentesi, non certo per merito,nel caso in esame. Già il fatto di elargire una tale somma (10000 euro) per una esibizione di 3 minuti ,in un momento storico come questo, dovrebbe far riflettere. Obbligare poi ad una scelta aleatoria persone con difficoltà economiche, è ancora più deprecabile. Questa è la prima volta che decidiamo di scrivere una lettera di protesta, non siamo certo bacchettoni ( e abbiamo 35 e 32 anni ), ma siamo rimasti talmente disgustati da sentirci in dovere di comunicarlo, anche se non avrà alcun seguito. Di certo non ci aspettiamo censure, per carità, e neanche risposte. Soltanto farvi riflettere su certe scelte di dubbio gusto – a nostro parere. Non apriamo neanche parentesi sulla scelta ormai conclamata di tali format che mettono in competizione l’arte ; quantomeno bisogna riconoscere la possibilità offerta, seppure a pochi, di raggiungere un risultato nella musica, almeno pop. Per correttezza vi informiamo che questa mail viene girata anche ai seguenti soggetti: Codacons, Repubblicatv, Aiart, Libero. Buonasera. Paolo e Michela

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog