Cerca

Una farsa.

Non entro nel merito del "fatto" giudiziario che ha portato Sallusti ai domiciliari,ma è difficile giustificare o almeno capire,le tante rissose prese di posizioni della "casta" dei giornalisti che contestano più o meno larvatamente i magistrati (altra casta ). Se i magistrati hanno sbagliato o si sono resi colpevoli di qualche atto di ingiustizia lo si dica chiaro e lo si scriva...altrimenti si taccia! I drammi non sono soltanto quelli dei "Sallusti" mandati agli arresti domiciliari ,ma i tanti altri che coinvolgono migliaia di persone che , sconosciute,vivono il dramma di leggi spesso inique,inaffidabili ,condizionate e che la magistratura deve applicare anche con severità laddove per taluni reati basterebbe una "reprimenda" se il legislatore fosse meno condizionato da lobby e caste sociali nell'emanare tali leggi. IL giudizio critico non va inteso come forma per debilitare l'Istituto Giudiziario già largatamente offuscato dalla politica ,ma dovrebbe servire a contestare certe sentenze che ,applicate per rispetto della legge, diventano incomprensibili.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog