Cerca

L'ITALIA TRADITA

Caro Direttore, in Italia non c'è nessuna speranza di cambiamento che non vada delusa nel giro di poco tempo. L'abbiamo visto con Berlusconi e proprio ieri con Renzi. Chiarisco subito che i due hanno poco in comune perchè Silvio ha costruito un partito dal nulla, mentre Matteo, come molti ex-democristiani, si è fatto traghettare nel PD e da questo non vuole uscire. Non ci resta che aggiornare la lista dei grandi parassiti del nostro paese. Ne ricordo alcuni: Amato con il suo furto notturno nei conti correnti degli italiani premiato con pensioni da 30mila euro; Napolitano cresciuto a pane e rubli promosso a presidente di una repubblica diventata presidenziale di fatto; Monti responsabile della disfatta italiana in campo economico premiato con la carica di senatore a vita. Ora (con la probabile vittoria di Bersani alle politiche) ci manca solo il professor Prodi prossimo presidente della repubblica! Evviva! Carlo Avigni Viadana (MN)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog