Cerca

il pensiero dei giovani

Caro signor Pansa, Le scrivo questo messaggio per chiarire alcuni punti presenti nel suo articolo, con i quali non sono pienamente d’accordo. Forse ha ragione , la violenza non serve, i cortei sfociano sempre in atti violenti, ma cos’altro potremmo fare al giorno d’oggi in una società che va a pezzi come la nostra? Se noi giovani siamo degli Zombie, voi adulti siete degli ipocriti. Vi ricordo che uno degli articoli della nostra costituzione, garantisce il diritto all’istruzione. Ma vi sembra che ciò accada correttamente? Molti ragazzi sotto i 16 anni non possono nemmeno frequentare la scuola, i loro genitori hanno stipendi troppo bassi, e sono costretti a pagare continue tasse! Vuole che gli spieghi anche il perché? Perché i nostri politici, che hanno distrutto il paese, al posto di risparmiare sui propri stipendi e sui loro macchinoni, passano le giornate ad inventarsi nuove tasse da imporre ai cittadini. E poi, i nostri soldi , dove vanno a finire? Paghiamo le tasse scolastiche, ma vi sembra il caso di chiamarla scuola questa? E allora cosa dovremmo fare, sederci ad un tavolino con i nostri cari politici e bere un caffè? Così magari risolviamo la questione? Unirci e manifestare è l’unica cosa che permette a noi giovani di farci sentire, e a questo punto ci avete portati voi. Perché se non urli, nessuno ti sente in questo paese. Il futuro ce lo state rubando voi, non ce lo stiamo rovinando noi giovani! Sono una persona a cui interessa del proprio futuro, non sono uno zombie ne tantomeno pretendo che gli altri mi porgano il piatto sotto al muso. Ma io proprio non riesco a vederla la mia vita tra qualche anno. Non riesco a vederci niente di sicuro, tantomeno un lavoro. Mi impegno ugualmente, passo le giornate sui libri di scuola, ma più passa il tempo e più mi accorgo che questi sforzi sono INUTILI. Emeriti cretini che pensano a dormire in parlamento stanno prendendo il potere. Persone sciocche senza cultura. Ecco perché l’Italia non va avanti! Ma a nessuno di voi importa di noi giovani. Chi se ne frega se ci state rubando il futuro, vero? Tanto la palla dopo passerà nelle nostre mani. Il problema è ce qui ognuno chiude gli occhi e se ne frega. Paga tu che mangio io. Questo dovrebbe essere uno dei punti elencati nella Costituzione, perché è così che è in realtà. Non ci sono soluzioni! I’unione fa la forza, ecco perché noi giovani ci uniamo! Le cose devono cambiare, subito. E non si permetta ad insultare una generazione che sta lottando per il proprio futuro, e che in realtà, se le cose sono state diverse, non avrebbe nemmeno dovuto lottare. Prendetevi le colpe cari politici! Non lamentatevi, perché questa generazione che fa SCHIFO, come dite voi, l’avete formata voi stessi. E poi vogliamo parlare di lavoro? Lei dice che dovremmo piegarci le maniche e trovarne uno. Ma quale? Se persino un medico al giorno d’oggi finisce per fare l’operatore ecologico? Oppure le sembra giusto che uno studente universitario debba sgobbare dietro il bancone di un bar 24h su 24 per ricevere quattro spiccioli? Forse è proprio perché siamo stufi che siamo giunti a questa situazione. Ecco perché sembriamo come dice lei morti che camminano. È un po come se ci aveste tolto le forze, si, direi proprio così. Rifletta, caro scrittore.. che forse prima di scrivere bisognerebbe fare due conti non solo con i propri pensieri, ma con la realtà. La realtà non si può cambiare da un giorno all’altro. Bisogna lottare , e noi lo stiamo facendo, nel modo migliore per farci sentire. Grazie per l’opportunità di sfogo, me la sono presa da sola , perché mi spetta! A me così come a tutti. Per la cronaca, ho sedici anni e mezzo, non sono uno zombie, e mi interessa del mio futuro. E lo difendo ogni giorno come meglio credo. Che vi stia bene o no. Scommettete che noi giovani riusciremo a creare un mondo migliore? Poi vedremo allora chi è l’incapace. Parlate tanto , ma le parole volano nel vento! Non siete mai riusciti a combinare niente di buono. Da sessant’ anni a questa parte. Spero non cestiniate il messaggio. Grazie.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog