Cerca

Grazie Prof. Monti...Ma no, grazie

Caro Direttore, La dichiarazione di Napolitano “e ora vediamo come reagiranno i mercati” ci lascia a dir poco allibiti. Eravamo dell’idea che le responsabilità istituzionali derivassero dalla volontà degli elettori e non dal placet di un entità astratta e priva di dignità costituzionale, quale il mercato. Sull’operato del Governo Monti – e sulle forze che lo hanno sostenuto - si pronuncerà il popolo sovrano. I risultati dell’anno di governo dei tecnici sono sotto gli occhi di tutti: record di debito, tassazione, disoccupazione, decrescita. Oltre allo sciagurato riassetto delle pensioni e all’inconcludente riforma del lavoro che hanno aggravato o lasciato irrisolti problemi strutturali dell’economia, il Governo non è riuscito né a tagliare la spesa né a ridurre il perimetro dello Stato che ha, anzi, allargato mediante le ultime finte privatizzazioni attraverso la Cassa Depositi e Prestiti. Professor Monti, grazie dell’offerta di continuare a servire il Paese…Ma no grazie!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog