Cerca

Zaia non vuole Berlusconi:ecco un perchè.

Il Veneto è sempre stata una regione virtuosa, produttiva, ricca grazie allo'operosità dei suoi abitanti,dei suo manager,insomma, una regione da seguire ed indicare come esempio, come modello. Con la crisi, anche in Veneto,come dappertutto, molte azende hanno chiuso, molte hanno delocalizzato le proprie produzioni all'estero, in paesi dove il costo del lavoro è basso(Cina, Paesi dell'Est. India etc..) Uno dei settori trainanti dell'economia veneta è quello della meccanica. Zaia sa che non può rinunciare a stare dalla parte della Germania poichè, molte aziende, vivono grazie all'indotto che giunge loro dalla Germania,appunto. Quindi, giustamente? ,pensando in primis alla propria regione e non all'Italia, ha dovuto dare ai crucchi un segnale chiaro:l?ialalia va a fondo ma noi siamo con voi! e quindi, il Cav. è stato messo alla porta anche se spetterà al Maroni decidere se toglierlo dai co...ni,il Silvio..insomma, è lo spread a decidere.Che si faccia spiegare da Tremonti se questo spread è il dio assoluto ,il deus ex machina o no?perchè Giulio sosteneva che non siamo nell'abisso..o meglio non lo eravamo prima di Monti. Insomma mettetevi d'accordo prima di sparare addosso al Berlusca.(che ha fatto comodo a tutti)..ma vedo che la memoria è sempre più corta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog