Cerca

Intellettuali liberali

Gentile direttore Belpietro, Ritengo fondamentale la presenza di volti nuovi che guidino la sorte di questo paese, ma sotto l’ombrello di Silvio Berlusconi, perché l’unico capace di guidare questo paese contro le nefande onde del catto-comunismo. Coloro che desiderano separarsi lo facciano, perché liberi siamo, ma si ricordino che nulla sarebbero stati – per le loro poche competenze, se non ci fosse stato chi invece – in passato – gli ha dato una possibilità di poter sedere in parlamento, quella possibilità che ogni italiano chiede per il riconoscimento della sua persona; ergo, ringraziassero sempre il presidente Silvio Berlusconi. Ovviamente spero si ravvedano, si mettano da parte e lavorino per portare l’elettorato dalla parte del nostro Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi [ribadisco che egli è per me ancora il Presidente del Consiglio, perché scelto dagli italiani]. Ho ascoltato, dall’intervista, che il presidente ha deciso di investire sul 10 % degli intellettuali, beh sono d’accordo, questo paese ha bisogno di un umanesimo che derivi dalla corrente liberale. Un cordiale saluto, Lo scrittore, L. A.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog