Cerca

Di che cosa si preoccupa l'italiano medio?

Signor Belpietro buonasera , Dopo aver sperato concretamente nella possibilità di ribaltare questa tragica situazione di rassegnata e rinunciataria deriva verso una sudditanza economica , politica e culturale a un'Europa che vedo riproporsi ancora come conquistatrice nei nostri confronti ora devo forse ricredermi? È possibile che gli italiani abbiano ancora impresso nelDNA questo servilismo che li porta a sentirsi onorati dal sentirsi apprezzati per pura convenienza da personaggi politici d'oltralpe e li fa' preoccupare in modo fobico di tutta la campagna denigratoria attuata contro Berlusconi che giustamente in Europa temono per la chiarezza di idee e la determinazione nel voler inseguire gli interessi di un'Italia sovrana. Ma vogliamo preoccuparci di Berlusconi o della miriade di personaggi risibili e devastanti sotto il profilo etico che popolano la politica italiana e che peraltro non danno nessun fastidio a nessuno dei nostri "amici" europei e che nessuna testata si sogna di commentare? Se Berlusconi, abbandonato da questa pletora di provinciali orbi che non si rendono neanche conto che abbiamo imboccato una strada tragica senza ritorno , dovesse rinunciare a candidarsi, non vedo più speranze per noi.. Mi sembra impossibile che nessuno si renda conto di questo.. Cordialità lettrice sconsolata

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog