Cerca

....DAL FISCO.. SOLO MALVAGITA'

Egregio DIRETTORE, le note che ho trasmesso contengono solo un grido di aiuto perchè giustizia sia fatta dopo che, quella amministrazione a cui ho donato oltre 31 anni della mia vita e per la quale ho sempre onestamente lavorato - vero è che dall'1/1/1994 al 14/9/2009 non ho fatto un giorno di assenza per malattia o altro e che addirittura nel mese di gennaio 2009 vantavo ancora 50 giorni di ferie dell'anno precedente oltre a quelle in corso - mi ha illegittimamente licenziato grazie ad una cospirazione finalizzata ad altri scopi, mi ha coperto di avvisi di accertamento per decine e decine di migliaia di euro e solo dopo 19 giorni da quella data sono stato colto da infarto al miocardio (o come lo chiamano “di crepa cuore”) ed ancora oggi trascorro notti insonni per il tanto male ingiustamente patito. Desidero che la mia storia emerga, venga a galla, voglio essere giudicato dalla gente onesta e non solo da tutti coloro che succedutisi nella vicenda l’hanno solo offuscata fin dall’inizio per coprirmi di fango. E come ultima chicca, in questi giorni mi hanno rigettato non solo la domanda con la quale chiedevo mi fosse riconosciuta la causa di servizio per l'infarto, ma anche la richiesta di autorizzazione all’esercizio dell’assistenza fiscale di cui all’art. 63, terzo comma, del D.P.R. n. 600/73 sulla base dei criteri fissati a suo tempo dall’apposito Comitato Ministeriale, risalente al 30 APRILE, 4 e 7 MAGGIO 1954 a firma del Ministro TREMELLONI!!! Pur di farmi male ci si è premurati, da parte della D.R. Puglia, di riportare alla luce residuati normativi obsoleti e fatiscenti! Ho anche chiesto su quale Rivista giuridico-fiscale fossero stati pubblicati questo giurassici criteri. Sono trascorsi mesi ma fino ad ora nessuna risposta. Questa è la voce autorevole dell’Agenzia delle Entrate. Poi ho scoperto che sono di epoca Mussoliniana! Ho vissuto per 61 mesi e 15 giorni, dal 10 maggio 2004 al 24 giugno 2009, il quotidiano trasferimento da Bari-Santo Spirito a Brindisi e viceversa per un totale di ben km. 270, prestando servizio mediamente per circa 9 ore al giorno oltre il viaggio e raggiungere e superare gli sfidanti obiettivi di contrasto all'evasione. Non è poca cosa. Nella mie note è presente il nome di ciascuno, il ruolo ricoperto e la partecipazione alla commissione di tanta barbarie nei miei confronti. E questa è solo una piccolissima parte della mia infinita e triste odissea! AIUTO! Così si ripaga la gente onesta! Ai malvagi la mia maledizione finno all’ultima generazione. Ho bisogno di verità e giustizia per evitare ulteriori, gravi ed irrimediabili danni. La ringrazio e distintamente la ossequio. TORTORA DOMENICO - Via Napoli n. 176/B - 70127 BARI – Frazione Santo Spirito – cell. 3471807854 e-mail: domenico.tortora1949@libero.it

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog