Cerca

GIOVANI TROPPO "CHOOSY"? PER FORZA, E LORO MALGRADO

I nostri giovani sono troppo "choosy", come dice Elsa Fornero? E come potrebbero non esserlo, date le premesse? Non sarà colpa dei genitori e di una classe politica miope che nel corso degli anni ha compiuto delle scelte senza averne saputo valutare le conseguenze? Cinquant’anni fa la Scuola italiana era tra le migliori del mondo e produceva un numero di laureati adeguato al mercato del lavoro. Poi è venuta la riforma dell’esame di maturità che, oltre ad abbassare il livello di preparazione, ha consentito il libero accesso all'Università. Il peggio è però venuto dopo, quando l'illuminato ministro D’Onofrio pensò bene di eliminare l'esame di riparazione, trovando così il modo più efficace per scardinare l’intero sistema scolastico e di ridurlo a macerie. L'effetto disastroso sulla scuola media e media superiore per proprietà transitiva si è riprodotto poi in ambito universitario, cosa non difficile a ottenersi, essendo peraltro previste sovvenzioni statali alle Università sulla base non della qualità, ma piuttosto della quantità dei titoli di studio conferiti (elargiti). Come il ministro Gelmini andava ripetendo, l'Italia aveva meno laureati del Cile. Potevamo tollerare una cosa del genere? Ovviamente no, anche a costo di laureare gli asini. Finalmente ci siamo riusciti (a superare il Cile, voglio dire). Con alcuni effetti collaterali, però. Uno di questi è che l'Università è diventata una fabbrica delle illusioni e la pletora di laureati non può più aspirare ad avere un lavoro adeguato al titolo di studio. L'immigrazione ha fatto il resto, facendoci credere che i lavori che non richiedono titoli di studio specifici, quand'anche assolutamente dignitosi e remunerativi, siano destinati ai soli immigrati. Se non si ridà dignità a molti lavori che ai nostri occhi ingiustamente l'hanno perduta e non si accetta una forte selezione negli studi superiori, i nostri giovani (per colpa nostra) resteranno "choosy" loro malgrado e rischieranno l'emarginazione. Con i più cordiali saluti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog