Cerca

Aiutiamo quel bambino

Caro Direttore Belpietro, oggi venerdì 14 dicembre da italiano mi sono vergognato seguendo il TG5 ed in particolare la rubrica di Pamparana “Indignato Speciale”. Un bambino, affetto da una grave malattia non può servirsi della sedia a rotelle del costo di 7000 euro messagli a disposizione dalla Asl perché quel mezzo non fatto come si deve, gli ha causato danni ai polmoni. Una modifica a quella sedia ha un certo costo e sicuramente la Asl non può intervenire. E intanto quel povero angelo è allettato e la sua triste sorte è quella di dover restare sempre a letto, nella solitudin. “Vorrei tanto andare a scuola”- ha dichiarato il bambino. Ed allora, mi son detto, continuamente leggo di somme ingenti di denaro già versate e che ancora continuano ad essere versate da Berlusconi a ragazze varie eccetera. E’ possibile che lo stesso Presidente, sensibile verso chi è in difficoltà, non possa intervenire immediatamente e comprare ex novo o far modificare quella indispensabile sedia a rotelle allo sfortunato bimbo?Non sono nessuno o forse solo un umile cronista freelance di provincia ma approfitto per lanciare attraverso Libero un appello a Berlusconi. Aiuti quel piccolo. “Meno male che Silvio c’è” non sia solo un inutile jingle… La prego Direttore, pubblichi questo appello onlione e sul cartaceo e chissà....

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog