Cerca

Presidente Monti, gli italiani non hanmno l'anello al naso

Gentile Direttore, nel TG3 serale di ieri 14.12 è stata mandata in onda un’intervista al Presidente Monti al quale è stato chiesto cosa pensasse sulle “intromissioni di esponenti europee nella nostra politica” e la risposta è stata veramente sconcertante. Infatti, il Prof. Monti, già Rettore del prestigioso Ateneo Bocconi, ha tranquillamente detto di non essere scandalizzato ritenendo la cosa del tutto legittima e, per giustificare questa sua affermazione, ha fatto un paragone che definirei senza senso. Ha infatti detto che anche quando vi sono state le elezioni politiche in America c’erano cittadini italiani che auspicavano la vittoria di Obama ed altri invece quella di Romney. Penso sia allucinante mettere sullo stesso piano gli auspici e le simpatie politiche dei cittadini italiani con le velate minacce e/o addirittura una sorta di diktat da parte di personalità di primo piano dell’unione europea. Senatore Monti, capisco che le dichiarazioni di alcuni suoi Colleghi europei le facciano piacere, ma certe sue affermazioni sono un insulto all’intelligenza degli italiani. E’ inaccettabile che un Presidente del consiglio, anche se dimissionario, difenda l’indifendibile. Gli italiani, indipendentemente dalla loro posizione politica, avrebbero tutto il diritto di indignarsi di fronte ad una difesa di palesi “intromissioni”. Gianni Porzi, casalecchio di reno (bologna)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog