Cerca

Radiostudio54 è stata dissequestrata, ma …

Buongiorno Direttore Belpietro, da tempo scrivo in questo spazio le vicende di radiostudio54, l’unica radio-libera della Toscana che diceva pane-al-pane e vino-al-vino e che per la solita storia della diffamazione è stata chiusa. La diffamazione è la strategia usata per chiudere la bocca, come abbiamo visto anche per il direttore Sallusti. Adesso radiostudio54 è stata dissequestrata, con delle limitazioni nei contenuti , ma 6 mesi di silenzio hanno influito su tutto, è stato costretto a levarsi totalmente dalla sua creatura perche rischiava di stare chiuso chissà per quanto tempo,oggi costretto ad aprire un altra azienda parallela per farsi sentire ancora con tutti i danni morali economici e di salute che hanno colpito la famiglia. Oggi le scrivo sia per l’aggiornamento, ma anche per informare chiunque volesse fare pubblicità su radiostudio54 del numero da chiamare: 055/0944500 ( la radio si ascolta anche sul web www.radiostudio54.it e con l’applicazione dall’iphone) darebbe una mano all’informazione libera della Toscana a rialzare la testa e a rendere più forti i “non allineati” e direi che tutti gli italiani non allineati né a destra né a sinistra, devono trovare il modo di rafforzarsi, sostenendosi con le risorse che sono disponibili. Grazie anche dal patron Guido Gheri e da tutti gli ascoltatori di radiostudio54 che sono per la stragrande maggioranza, lettori di libero, online o cartaceo!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog