Cerca

Il cactus in bocca alla Litizzetto

Vabbè che il "cactus" è,oggidì,molto in voga anche tra i ragazzini imberbi,ma udirlo pronunciare dalla sgraziata boccuccia della signora Litizzetto,su una rete della televisione pubblica che a quell'ora,essendosi esaurito Carosello,viene vista e udita anche dai bimbi che l'indomani vanno all'asilo,no,proprio non va. Vabbè,la signora comica una scusante ce l'ha,lei proprio non riesce a trattare argomenti dall'ombelico in su,il suo campo d'azione spazia tra l'utero e lo sfintere,e sarebbe più adatta a sviscerare (il termine pare azzeccato) la sua satira nelle caserme,nelle sale di chiamata degli scaricatori di porto,oppure tra i carcerati per delitti a sondo sessuale. E pensare che la sua spalla,il mellifluo (nella regione ove egli nacque si usa dire melenso) Fabio Fazio,che lancia il sasso e nasconde la mano,ce lo dovremo sorbire,salvo intervento del salvifico tasto sul telecomando,anche al Festival di Sanremo...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog