Cerca

I più recenti errori dell'on. Berlusconi

Gentile Direttore, ormai la situazione politica è sufficientemente chiara e ritengo sia la conseguenza di tre errori politici grossolani da imputare all’on. Berlusconi che sintetizzerei così : - se si fosse dimesso nel dicembre 2010, quando ebbe la “fiducia risicata”, si sarebbe andati alle elezioni anticipate e non avremmo avuto il governo Monti al quale vanno riconosciuti vari primati : max storico del debito pubblico, max storico della disoccupazione, piena recessione (crollo del PIL e crescita del rapporto debito/Pil). A giustificazione dell’azione recessiva del governo ci viene spesso ricordato che comunque lo spread è sotto 300; è vero, ma non va dimenticato che l’effetto positivo della diminuzione dello spread è in parte annullato dalla crescita del debito; - sfiduciare il governo Monti quando ormai mancavano solo 4 mesi alla sua scadenza naturale; è stato il secondo errore che si rivelerà in boomerang, la fiducia eventualmente andava tolta a metà mandato; - chiamare Monti alla guida di una coalizione di moderati, dopo averlo sfiduciato, è stato poi l’ultimo ed il più grave errore, una chicca per gli avversari politici. Sono comportamenti incomprensibili, per non dire schizofrenici, che hanno causato ulteriore confusione e sconcerto negli ex simpatizzanti del PdL e la conseguenza sarà una debacle elettorale. Gianni Porzi, casalecchio di reno (bologna)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog